Entrate tributarie, gennaio-luglio a 232 mld (+4,7% su anno)-Mef

mercoledì 5 settembre 2012 19:01
 

ROMA, 5 settembre (Reuters) - Le entrate tributarie nel periodo gennaio-luglio sono state pari a 232 miliardi, con una crescita dello 4,7% sullo stesso periodo dell'anno prima. Ai fini di un confronto omogeneo, al netto dell'imposta sostitutiva una tantum sul leasing immobiliare registrata nel mese di aprile 2011, le entrate tributarie erariali presentano una crescita tendenziale pari al 5,3%.

Lo dice il ministero dell'Economia che diffonde i dati del dipartimento delle Finanze.

In flessione il gettito Iva (-1,5% pari a -880 milioni di euro) che riflette l'effetto congiunto dell'aumento della componente Iva del prelievo sulle importazioni (+0,7%) e della flessione della componente relativa agli scambi interni (-1,9%) che risente della stagnazione della domanda interna, spiega la nota del Mef.

In crescita significativa l'imposta di bollo che registra un incremento del 158,1% (+2.948 milioni di euro) dovuto alle modifiche normative apportate con i provvedimenti della seconda metà del 2011 alle tariffe di bollo applicabili su conti correnti, strumenti di pagamento, titoli e prodotti finanziari, nonché all'anticipo del versamento dell'acconto sull'imposta di bollo. Sul risultato incide positivamente, inoltre, il versamento del 16 luglio del "bollo speciale per le attività finanziarie scudate".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia