Tassara, CdG Intesa approva term-sheet per modifica accordi creditori

martedì 1 ottobre 2013 19:44
 

MILANO, 1 ottobre (Reuters) - Il consiglio di gestione di Intesa Sanpaolo ha approvato oggi il term-sheet per la modifica degli accordi esistenti tra Carlo Tassara SpA e le banche creditrici che dovrebbe consentire alla società di Romain Zaleski una migliore valorizzazione degli asset da dismettere, i cui proventi saranno destinati al rimborso del debito.

Lo dice una nota della banca che ricorda gli elementi essenziali del term-sheet.

Nel dettaglio l'accordo prevede la proroga della data di scadenza finale degli accordi esistenti al 31 dicembre 2016 e la modifica della governance della società con un consiglio di amministrazione composto da nove membri di cui sei indipendenti.

E' previsto inoltre l'utilizzo di crediti delle banche per la sottoscrizione di strumenti finanziari partecipativi per 650 milioni di euro che avranno priorità rispetto alle altre categorie di azioni nella distribuzione di utili e riserve e in caso di liquidazione della società.

La continuità aziendale della Tassara è garantita dalle attività industriali storicamente legate al territorio della Valcamonica.

Tassara è indebitata con un gruppo di banche per 2,2 miliardi di euro: oltre a Intesa esposta per 1,2 miliardi, la lista dei creditori comprende UniCredit (500 milioni circa), Monte dei Paschi, Banco Popolare e Popolare Milano.

La società detiene partecipazioni nelle principali società quotate italiane per un valore intorno ai 700 milioni. Tra queste ci sono quote anche in alcune delle stesse banche creditrici. Detiene partecipazioni in società estere quotate per circa 700 milioni e altre partecipazioni in società non quotate.

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia