Debito, Task force Finlandia a Roma per incontro su covered bond

martedì 28 agosto 2012 10:49
 

ROMA, 28 agosto (Reuters) - Una 'task force' finlandese incontrerà oggi tecnici del Tesoro italiano per illustrare il modello di covered bond utilizzato da Helsinki per uscire dalla crisi del debito degli anni '90.

Lo conferma una fonte governativa spiegando che alla riunione non parteciperà il ministro dell'Economia Vittorio Grilli, ma i suoi "tecnici" ed esperti di debito del Tesoro.

"Durante la missione del presidente del Consiglio [Mario Monti] a Helsinki, i finlandesi hanno suggerito di poter condividere la loro esperienza [dell'uso di covered bond] durante la crisi degli anni '90. Non c'era motivo per non accettare", ha riferito la fonte aggiungendo che non è previsto un briefing con la stampa né un comunicato.

Monti ha incontrato i primi di agosto nella capitale finlandese il primo ministro Jyrki Katainen nell'ambito del pressing diplomatico per accelerare la messa a punto a livello europeo di un meccanismo di stabilizzazione degli spread efficace e rapido a favore dei paesi virtuosi, ossia gli Stati che hanno fatto progressi sulla strada del consolidamento dei conti pubblici.

La Finlandia si è mostrata molto ostile a questa ipotesi nel timore che l'acquisto di bond sovrani da parte dei fondi salva-Stati possa allentare l'impegno dei governi al risanamento.

L'emissione di covered bond pubblici consiste nella immissione sul mercato di titoli di Stato con garanzie reali come gli immobili, come fece la Finlandia.

Il governo italiano ha anticipato di voler conferire a un fondo pubblico una lista di immobili da dismettere per ridurre l'alto debito pubblico.

"Adesso che abbiamo compiuto passi che hanno dimostrato all'Europa e al resto del mondo la capacità e la volontà del Paese di operare cambiamenti nel profondo delle sue strutture, è bene accompagnare queste riforme con una riduzione del debito pubblico attraverso la cessione di alcuni attivi", ha detto Monti in una recente intervista.

Il debito pubblico italiano sfiora i 2.000 miliardi di euro e alla fine del 2012 dovrebbe superare il 123% del prodotto interno lordo con un costo annuo di oltre 80 miliardi.   Continua...