Spagna, Banca centrale potrà intervenire su banche più velocemente-fonti

giovedì 23 agosto 2012 13:40
 

MADRID, 23 agosto (Reuters) - Il governo spagnolo sta preparando un nuovo decreto che darà alla propria banca centrale nuovi poteri per intervenire più rapidamente in soccorso degli istituti in difficoltà e al fondo di salvataggio per le banche del paese (Frob) maggiore capacità per gestire la loro eventuale liquidazione.

E' quanto spiegano due fonti a conoscenza della questione.

Il nuovo decreto permetterebbe alla Banca di Spagna di agire anche sulle banche che adempiono ai requisiti di liquidità e solvibilità, se fosse "prevedibile" che in futuro non riusciranno a farlo, aggiungono le fonti.

Le fonti hanno tuttavia precisato che il nuovo regolamento, richiesto dal Memorandum of Understanding firmato dalla Spagna il mese scorso quando ha accettato gli aiuti della zona euro per le proprie banche in difficoltà, potrebbe ancora cambiare prima dell'approvazione prevista per il 31 agosto.

Il ministro dell'Economia e la Banca di Spagna non hanno voluto commentare le indiscrezioni, apparse oggi sui giornali spagnoli.

Bankia e altre tre banche - CatalunyaCaixa, NovaGalicia e Banco de Valencia - sono state nazionalizzate dall'inizio della crisi. Si attendono ora i risultati di uno stress-test indipendente sui 14 principali istituti spagnoli, attesi per settembre.

Con la nuova legge, la Banca di Spagna potrà chiedere alle banche che elaborino piani per garantire la loro capacità di andare avanti in dieci giorni.

Avrà inoltre il potere di formulare accordi di ristruttutazione del debito coi creditori per conto delle banche e potrà rimuovere i vertici.

I nuovi poteri sono in linea con le nuove leggi europee in discussione, che dovrebbero essere approvate entro metà del prossimo anno.   Continua...