San Marino, Passera esamina problemi aeroporto, tv, parco tecnologico

lunedì 20 agosto 2012 19:28
 

ROMA, 20 agosto (Reuters) - In attesa della ratifica da parte italiana del trattato economico e finanziario, il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera ha fatto un altro passo sulla strada della normalizzazione dei rapporti - difficili negli ultimi anni - fra l'Italia e San Marino.

Incontrando, a margine del Meeting ciellino in corso a Rimini, il segretario di Stato sammarinese all'Industria Marco Arzilli Passera ha parlato dei problemi legati all'aeroporto internazionale Fellini Rimini-San Marino, del Parco scientifico e tecnologico e del rinnovo dell'accordo bilaterale su Tele San Marino copartecipata dalla Rai.

Una nota del Titano dice che passi avanti sono stati fatti su tutti i dossier.

Mentre per la tv si profila il rinnovo dell'accordo, più difficile il dossier sull'aeroporto: lo Stato di San Marino ha al momento una piccola partecipazione nella società di gestione, Aeradria, ma vuole incrementare la quota (non però in Aeradria) per poter sfruttare lo scalo anche per il traffico privato e quello cargo. In Italia la politica aeroportuale segna il passo e lo scalo riminese non è certo fra quelli strategici, schiacciato fra tanti altri aeroporti limitrofi a iniziare da Bologna, Forlì e Ancona: troppi in pochi chilometri.

Il Parco scientifico e tecnologico delle province di Rimini e Pesaro-Urbino favorirà l'insediamento di nuove aziende nei settori dell'innovazione con sconti fiscali e lambirà anche i territori della Repubblica del Titano.

In una nota, il ministro dell'Industria sammarinese Arazilli assicura continuità anche con la nuova amministrazione (a San Marino si voterà a novembre dopo la crisi dei mesi scorsi): "Il Paese ha scelto questo indirizzo e la volontà di continuare non è in discussione. Me ne faccio garante".

(Paolo Biondi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia