PUNTO 2-Unicredit prezza covered bond 290 pb su ms, meno di Btp

martedì 14 agosto 2012 18:07
 

(aggiunge dettagli su investitori)

LONDRA, 14 agosto (Reuters) - Unicredit ha prezzato il suo covered bond a 5 anni con scadenza 31 gennaio 2018 a 99,88 al reoffer e cedola 4%. Il tasso è a 290 punti base sopra midswap, pari a 4,029%. Il rendimento è di 97,5 punti base inferiore al Btp febbraio 2018, cedola 4,5%.

L'emissione ha ammontare 750 milioni di euro e il regolamento ha data 23 agosto. Gli ordini hanno superato i 2,2 miliardi di euro, consentendo a Unicredit di stringere il rendimento al valore minimo della forchetta 290/295 punti base sul midswap.

Lead manager dell'operazione sono Credit Agricole CIB, Natixis, Societè Generale CIB e la stessa Unicredit. Il covered bond è garantito da mutui residenziali italiani 'prime'.

Una nota dell'istituto comunica che l'emissione è stata distribuita a diverse categorie di investitori istituzionali: fondi per l'81,9%; assicurazioni per l'11,5%; banche centrali per il 3,4%; banche per il 3,2%. La domanda è pervenuta principalmente dall'Italia per il 61,3%. Richieste anche da Germania e Austria (16,2%), Regno Unito e Irlanda (7%), Spagna e Portogallo (5,4%) e Francia (4%).

L'emissione ha rating atteso di A2 da Moody's, AA+ da S&P, A da Fitch.

Si tratta del primo covered bond italiano da un anno a questa parte.

È la prima volta che un pricing nel mercato dei covered bond si attesta così tanto più in basso rispetto ai titoli di Stato. Gli ultimi covered bond Unicredit erano stati prezzati in linea con i Btp. Da allora l'offerta si è fermata, dato che le banche italiane hanno raccolto liquidità dalla Bce o si sono concentrate sul mercato senior.

Unicredit era stata emittente anche dell'ultimo precedente covered italiano con un'operazione nell'agosto 2011.   Continua...