PUNTO 1 - Governo smentisce incontro Monti-Draghi e pressioni Francia su calma spread

lunedì 6 agosto 2012 10:47
 

(Aggiunge contesto)

ROMA, 6 agosto (Reuters) - Non è in programma oggi nessun incontro tra il presidente del Consiglio Mario Monti e il presidente della Bce Mario Draghi e non corrisponde al vero che la Francia stia esercitando pressioni sull'Italia affinché attivi il meccanismo calma spread assieme alla Spagna.

Lo dice una fonte di Palazzo Chigi in merito a quanto riporta oggi un articolo del Corriere della sera.

"Sono prive di fondamento le notizie di un incontro tra Monti e Draghi come pure le pressioni della Francia perché l'Italia attivi lo scudo", dice la fonte.

Secondo il Corriere della sera, il presidente francese Francois Hollande è convinto che "se Italia e Spagna ricorressero allo scudo ciò potrebbe riportare la calma sui mercati e mettere al riparo la stessa Francia".

Nello stesso articolo il quotidiano aggiunge che Monti "oggi stesso potrebbe incontrare il governatore della Banca centrale europea, Mario Draghi, per esaminare la situazione".

Alle 10,40 lo spread tra Btp e Bund decennali è a 462 punti, sotto la chiusura di venerdì.

Finora il governo italiano ha escluso la necessità di attivare il meccanismo calma spread, sostenendo che l'Italia è in grado di finanziarsi sul mercato e di raggiungere il pareggio di bilancio strutturale nel 2013, come promesso alla Commissione europea.

"Per ora l'Italia non ha bisogno di ricorrere al Fondo salva-spread. Monti è sulla strada giusta, ma ora deve accelerare sulle riforme. Purtroppo l'emergenza non è finita", ha detto il governatore di Bankitalia Ignazio Visco ieri a La Repubblica.   Continua...