Spending review vale quasi 11 mld in 2013, 11,7 in 2014 dopo Senato

giovedì 2 agosto 2012 11:17
 

ROMA, 2 agosto (Reuters) - Dopo le modifiche introdotte dal
Senato, il decreto legge sulla spending review raccoglie 4,5
miliardi nel 2012, 10,9 miliardi nel 2013 e 11,7 miliardi nel
2014.
    Lo si legge nel dossier redatto dal servizio Bilancio della
Camera.
    Il testo licenziato da Palazzo Chigi prevedeva risparmi pari
a 4,4 miliardi nel 2012, 10,4 miliardi nel 2013 e 11,2 miliardi
nel 2014.
    Nel 2012 il decreto raccoglie risorse (in termini di minori
spese) pari a 4,482 miliardi e prevede impieghi (minori entrate
più maggiori spese) per 3,879 miliardi. La differenza, pari a
602 milioni, va a ridurre l'indebitamento netto. L'effetto
positivo sui saldi è quasi nullo nei prossimi due anni.
    Questi gli effetti del decreto sul conto economico delle
amministrazioni pubbliche (milioni di euro):
     
                            2012      2013      2014 
    TOTALE RISORSE         4.482    10.927    11.713
     - maggiori entrate        0         0         0
     - minori spese        4.482    10.927    11.713
    TOTALE IMPIEGHI        3.879    10.911    11.686
     - minori entrate      3.280     6.566     9.840
     - maggiori spese        599     4.345     1.846
    MINOR DEFICIT            602        16        27
    
    
    Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia