Spagna,bailout totale non è un'opzione e non è possibile -vicepremier

venerdì 27 luglio 2012 15:05
 

MADRID, 27 luglio (Reuters) - Il vice primo ministro della Spagna ha dichiarato che non ci sarà alcun salvataggio integrale del paese, e che questa eventualità non solo non è stata considerata, ma è impossibile.

"La Spagna non richiederà un salvataggio e non considera nemmeno l'ipotesi di farlo", ha affermato Soraya Saenz de Santamaria durante una conferenza stampa dopo il consiglio dei ministri settimanale.

"Quello a cui stiamo lavorando è l'attuazione degli accordi presi nell'ultimo consiglio europeo che permetteranno una maggiore stabilità nell'eurozona attraverso l'unione fiscale, monetaria e attraverso misure per favorire la liquidità", ha detto il ministro, che poi ha aggiunto come un bailout totale del paese non sia possibile nel caso della Spagna.

Gli analisti considerano l'economia del paese troppo grande per essere salvata.

Un funzionario dell'eurozona ha detto a Reuters che la Spagna ha ammesso per la prima volta che potrebbe avere bisogno di un salvataggio totale della sua economia. L'aiuto economico, 300 miliardi di euro (366 miliardi di dollari), dovrebbe scattare qualora il rendimento sui titoli di stato iberici rimanesse troppo elevato.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia