Spending review, slitta a lunedì ok Senato, si allenta stretta comuni

venerdì 27 luglio 2012 12:55
 

ROMA, 27 luglio (Reuters) - La commissione Bilancio del Senato, malgrado una nuova seduta notturna, non ha ancora concluso l'esame del decreto sulla spending review e l'esame da parte dell'aula è così nuovamente slittato al tardo pomeriggio di oggi.

I lavori dell'assemblea dovrebbero concludersi nella giornata di lunedì con il voto di fiducia che il governo potrebbe chiedere già stasera sul testo uscito dalla commissione.

Nel frattempo sono stati approvati diversi emendamenti al provvedimento dei quali i due principali riguardano un allentamento della stretta sui comuni per 800 milioni e la possibilità per le otto Regioni con deficit sanitario di anticipare di un anno l'aumento dell'addizionale Irpef regionale.

Per quel che riguarda i comuni, l'emendamento predisposto dal ministro per i Rapporti con il Parlamento Piero Giarda nella serata di giovedì prevede maggiori trasferimenti agli enti periferici per 800 milioni dei quali 300 verranno girati direttamente dalle Regioni e altri 500 verranno reperiti dal fondo per i rimborsi fiscali.

Le otto Regioni con deficit sanitario (Piemonte, Lazio, Campania, Sicilia, Abruzzo, Molise e Puglia) potranno inoltre anticipare al 2013 - rispetto al 2014 precedentemente previsto - l'aumento del massimo dell'addizionale regionale dallo 0,5% all'1,1%.

Fra i punti controversi ancora all'esame della commissione, l'eventualità di estendere la salvaguardia degli esodati dai 55.000 attualmente previsti dal decreto ad altri 2.200 lavoratori come chiede un emendamento del Pd sul quale c'è anche la convergenza del Pdl ma su cui non si è trovata finora la copertura.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia