Irlanda torna su mercato con bond a 5 e 8 anni, tasso 5,9% e 6,1%

venerdì 27 luglio 2012 09:23
 

DUBLINO, 27 luglio (Reuters) - L'Irlanda ieri - per la prima volta da quando ha ottenuto il pacchetto di salvataggio nel 2010 - ha emesso nuova carta a lungo termine, raccogliendo 4,2 miliardi di euro, pari al 2,6% della produzione economica del paese.

In una mossa a sorpresa infatti l'Irlanda - che ieri aveva annunciato il suo secondo swap in sei mesi - ha anche lanciato due bond, a 5 e a 8 anni.

I detentori di carta con scadenza 2013 e 2014 hanno scambiato 1 miliardo di euro del vecchio debito.

Il capo dell'Agenzia Nazionale per la gestione del Tesoro (NTMA), John Corrigan, ha detto che ora è stato coperto una quota significativa degli 8,2 miliardi di euro con scadenza nel gennaio 2014.

Ntma ha detto che 3,8 miliardi del bond 2017 sono stati collocati a un rendimento del 5,9% e 1,3 miliardi del 2020 a un rendimento del 6,1%. Questi rendimenti sono decisamente superiori al tasso del 3% al quale l'Irlanda deve pagare i suoi finanziatori (Eu e Fmi), ma sono inferiori al 6,4% che la Spagna deve pagare per un bond a 5 anni o del 6,7% per un bond a 8 anni. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia