Telecom, Tim Brasil rivede investimenti, si profila stop a sanzioni

mercoledì 25 luglio 2012 09:19
 

SAN PAOLO, 25 luglio (Reuters) - Le autorità brasiliane e TIM Brasil hanno dato motivo di speranza agli investitori che potrebbero presto aver fine le sanzioni imposte all'operatore telefonico per le crescenti lamentele dei consumatori sulla qualità del servizio.

Il vicepresidente per i temi regolatori di TIM Participacoes, Mario Girasolehe, ha rincuorato ieri il mercato per essersi impegnato a raddoppiare gli investimenti sulla qualità del servizio a 451 milioni di reais l'anno fino al 2014. Il titolo è salito di quasi il 5% in borsa; da quando il 18 luglio era stata annunciata la decisione dell'Anatel di sospendere le vendite di nuovi contratti in 19 stati, aveva perso più del 14%.

Il ministro delle Comunicazioni Paulo Bernardo ha detto ieri che il presidente Dilma Rousseff "ha espresso preoccupazione" perchè si trovi una soluzione al blocco delle vendite imposto a TIM, Oi e Claro (controllata di America Movil ) in diversi stati del Brasile.

"La sua unica, chiara preoccupazione è che lavoriamo sodo per risolvere questa questione", ha detto Bernardo ai giornalisti dopo aver incontrato il presidente. "Vuole sapere come intendiamo trovare una fine a tutto questo".

Bruno Ramos, numero uno dell'Anatel, ha detto dopo un incontro che si è tenuto ieri con i vertici di Tim che la società ha rivisto il piano di investimenti per venire incontro alle preoccupazioni del governo sulla qualità del servizio.

Il giorno prima il ministro Bernardo aveva detto che non appena gli operatori avessero presentato piani seri per migliorare il servizio, la vendita di nuovi contratti telefonici sarebbe stata nuovamente permessa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia