July 19, 2012 / 12:07 PM / 5 years ago

Ue, Camera approva in via definitiva trattati Fiscal compact, Esm

4 IN. DI LETTURA

ROMA, 19 luglio (Reuters) - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva questa mattina i disegni di legge che ratificano i Trattati europei sul fiscal compact e sul nuovo fondo salva Stati, il Meccanismo europeo di stabilità (Esm).

L'Esm è stato approvato al termine della seduta mattutina dopo che in precedenza era già stato approvato il fiscal compact.

Via libera anche al nuovo articolo 136 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea, che ora contiene questo paragrafo: "Gli Stati membri la cui moneta è l'euro possono istituire un meccanismo di stabilità da attivare ove indispensabile per salvaguardare la stabilità dell'intera zona euro. La concessione di qualsiasi assistenza finanziaria necessaria nell'ambito del meccanismo sarà soggetta a una rigorosa condizionalità".

L'Esm deve sostituire l'Efsf (European financial stability facility) ma non sarà operativo prima del 12 settembre, quando la Corte costituzionale tedesca dovrà stabilirne la legittimità.

L'Italia si è battuta al Consiglio europeo di fine giugno per ottenere il via libera a un meccanismo di stabilizzazione degli spread attraverso l'acquisto di titoli di Stato da parte dell'Efsf e dell'Esm.

Raggiunta l'intesa politica, ora i ministri economici dell'Eurozona e la Commissione europea stanno negoziando i dettagli su modalità di attivazione e funzionamento del meccanismo calma spread.

Il capitale totale da conferire all'Esm è pari a 700 miliardi di euro, di cui 80 di capitale versato (paid-in) e 620 di capitale a chiamata, che assume funzioni assimilabili a quelle di una garanzia.

Dopo Germania e Francia, l'Italia è il terzo sottoscrittore dell'Esm con il 17,9% delle azioni.

Lo sforzo finanziario del governo di Roma, già iscritto a bilancio, è perciò pari a 14,33 miliardi di euro di capitale paid-in da versare in tre anni: 5,73 miliardi nel 2012 e nel 2013, 2,87 miliardi nel 2014.

La quota di capitale a chiamata che riguarda l'Italia è pari a 111,07 miliardi di euro. Come ha ricordato ieri il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, il capitale a chiamata non viene versato secondo modalità e tempi prestabiliti, ma ogni Paese deve impegnarsi a rispondere rapidamente e incondizionatamente a eventuali richieste di capitale da parte dell'Esm.

La capacità massima di prestito dell'Esm è pari a 500 miliardi di euro con tutti gli 80 miliardi di capitale paid-in conferiti. Nel 2012 si dovrebbe raggiungere una capacità di prestito pari a 200 miliardi e nel 2013 a 400 miliardi.

Il Fiscal compact contiene la nuova disciplina di bilancio europea e dal 2015 obbligherà l'Italia a ridurre la quota superiore al 60% del rapporto debito/Pil di un ventesimo all'anno.

Ieri Grilli ha ribadito che il nuovo Trattato non impone "obblighi più stringenti rispetto a quelli già esistenti".

La tesi del Tesoro è che, una volta raggiunto il pareggio di bilancio, sia sufficiente registrare una crescita in termini nominali (al lordo dell'inflazione) di circa 2,5-3 punti percentuali per ridurre automaticamente il debito in rapporto al Pil nella misura chiesta dalla nuova disciplina europea. Un obiettivo alla portata dell'Italia che prima della crisi mostrava tassi di crescita reale tra l'1 e il 2%.

Il Fiscal compact ribadisce inoltre il margine massimo di scostamento consentito per il deficit strutturale (al netto del ciclo economico e delle una tantum) pari allo 0,5% del Pil e prevede deviazioni rispetto a questo obiettivo solo in presenza di "circostanze eccezionali".

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below