Rai, domani Tarantola chiede poteri speciali per risanare azienda-fonti

martedì 17 luglio 2012 17:10
 

* Delega su contratti fino a 10 mln euro, nomine non editoriali

* Consigliere Pdl dice che partita non si chiude domani

* Mediaset rafforza piano taglio costi triennale a 400 mln

di Massimiliano Di Giorgio

ROMA, 17 luglio (Reuters) - Domani, in un consiglio di amministrazione che si annuncia a oltranza, il nuovo presidente della Rai Anna Maria Tarantola chiederà il conferimento di poteri speciali con l'obiettivo di risanare e poi rilanciare l'azienda pubblica radio-tv.

Lo riferiscono a Reuters fonti a conoscenza del dossier mentre anche la concorrente Mediaset cerca di rispondere alla crisi del mercato pubblicitario alzando l'obiettivo di tagli dei costi a 400 milioni dai 250 indicati l'anno scorso.

L'ex vice direttore generale di Bankitalia, che oggi ha presieduto il suo primo cda, chiederà di poter firmare contratti fino a un importo di 10 milioni di euro - rispetto all'attuale limite di 2,5 milioni - e di decidere le nomine "non editoriali", quelle della "macchina organizzativa", seguendo peraltro quanto già indicato nei giorni scorsi dall'assemblea degli azionisti, composta da ministero del Tesoro e Siae.

Non è ancora chiaro invece se Tarantola formalizzerà già domani la costituzione di un "comitato esecutivo", composto da lei stessa, dal consigliere Marco Pinto - rappresentante del Tesoro - e dal neo direttore generale Luigi Gubitosi, l'ex AD di Wind nominato oggi dal cda e confermato dagli azionisti.

  Continua...