Ue, dubbi su tempistica Moody's, riforme Italia considerevoli

venerdì 13 luglio 2012 13:10
 

BRUXELLES, 13 luglio (Reuters) - La Commissione europea ha detto oggi di nutrire seri dubbi sulla tempistica delle decisioni dell'agenzia Moody's, che ha ridotto il rating sovrano dell'Italia nella notte. Stamane era in programma un'asta di titoli di Stato italiani per oltre 5 miliardi di euro.

"Non abbiamo considerazioni da fare sul contenuto, ma possiamo legittimamente e seriamente interrogarci se il timing sia stato appropriato o meno", ha detto Simon O'Connor, portavoce del commissario Ue agli affari economici Olli Rehn durante il punto stampa dell'esecutivo Ue a Bruxelles.

"Non sarebbe un'esagerazione dire che le misure adottate [dall'Italia] sono senza precedenti," ha detto O'Connor. Il portavoce ha aggiunto che "è necessario adesso applicare le misure adottate."

L'agenzia di rating Moody's ha tagliato di due notch il rating sovrano dell'Italia portandolo a 'Baa2' da 'A3', due gradini sopra il livello cosiddetto 'junk'. L'outlook sul rating italiano rimane negativo.

"Se l'accesso al mercato del debito dell'Italia diventasse più limitato e il paese dovesse richiede assistenza finanzaria, allora il rating sovrano dell'Italia potrebbe passare a livelli sostanzialmente più bassi" scrive Moody's relativamente alla possibilità di una richiesta italiana di aiuti all'Europa nel comunicato sul downgrade.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia