Moody's, declassamento "assurdo", via a scudo anti-spread -Boccia (Pd)

venerdì 13 luglio 2012 10:04
 

ROMA, 13 luglio (Reuters) - Il declassamento deciso dall'agenzia di rating Moody's nei confronti dell'Italia è "assurdo" e occorre che Italia e Unione europea intervengano, anche con lo scudo anti-spread, ha detto oggi il coordinatore delle politiche economiche del Pd alla Camera Francesco Boccia.

"Subito al via lo scudo anti spread. Non ci può essere resa della politica verso finanza malata", ha detto Boccia in un comunicato.

"Se un Paese come l'Italia fa tutti i sacrifici richiesti dall'Ue, rispetta tutte le regole chiedendo ai suoi cittadini di fare durissimi sacrifici... e poi un'agenzia di rating con (tutt'ora) un evidente conflitto di interessi irrisolto tra la sua funzione di valutatore indipendente e la natura dei suoi azionisti, in una notte, declassa addirittura i titoli di Stato definendoli di fatto a rischio, e l'Esma o la Consob non intervengono, allora è la resa della politica", ha detto ancora l'esponente Pd.

"Oggi, le autorità italiane ed europee devono dire qualcosa di chiaro su tutto questo, oppure sarà evidente a tutti che la politica non ha più gli strumenti per guidare i processi", ha concluso.

Moody's stanotte ha declassato di due gradini il rating sui titoli di Stato italiani portandolo a 'Baa2' da 'A3'.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia