Monti ha ragione a chiedere scudo Ue anti-spread - consigliere Merkel

venerdì 13 luglio 2012 08:10
 

ROMA, 13 luglio (Reuters) - Il presidente del Consiglio Mario Monti fa bene a battersi per un scudo europeo contro oscillazioni eccessive dei tassi di interesse sui titoli sovrani perchè si è rivelata errata la strategia della Germania per la quale i paesi virtuosi sarebbero stati premiati dai mercati.

Lo sostiene Peter Bofinger, uno dei cinque saggi economisti del governo di Angela Merkel, il giorno in cui Moody's ha declassato di due gradini il rating sui bond italiani a 'Baa2' da 'A3'.

"Monti ha ragione a volere un programma di acquisti di bond per stabilizzare gli spread del mercato...Se si considera l'avanzo strutturale [l'Italia] risulta più solida perfino della Germania... Non si vede perchè l'Italia debba pagare il 6-6,5% di rendimenti, quando il deficit effettivo è all'1,7%", spiega Bofinger in un'intervista a Il Corriere della Sera.

"Il problema è che si sta rivelando errata la strategia della Germania per la quale, dopo molti sforzi di consolidamento e l'introduzione di riforme importanti, i paesi diventati virtuosi sarebbero stati premiati da un abbassamento degli spread nei mercati. L'Italia ha fatto molto. Invece il meccanismo dei mercati non funziona come si era atteso".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia