Spending review, critiche da tecnici Senato: taglio statali è lineare

giovedì 12 luglio 2012 16:19
 

ROMA, 12 luglio (Reuters) - I tecnici del Senato contestano il piano del governo per ridurre del 10% il numero di dipendenti pubblici e del 20% i dirigenti perché di fatto è un taglio lineare "lontano dai criteri e dalle scelte che sarebbero coerenti con un'effettiva" revisione mirata della spesa pubblica.

È quanto si legge nel dossier messo a punto dal servizio bilancio di Palazzo Madama sul decreto legge spending review.

Inoltre, i tecnici chiedono al governo di chiarire "se le riduzioni intervenute successivamente sulle dotazioni organiche, unitamente al protrarsi del blocco del turn over, possano comportare, nei prossimi anni, difficoltà a soddisfare i fabbisogni minimi di funzionamento delle medesime amministrazioni".

"Al riguardo, sarebbe pertanto utile una valutazione dell'effettivo impatto del complesso di tali misure sul funzionamento delle amministrazioni. Questo, anche per escludere dubbi sul rischio di un incremento della spesa che si potrebbe registrare per il ricorso a lavoro interinale, a progetto" o comunque a termine, continua il dossier.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia