Concertazione, uso distorto ha creato problemi - Passera

giovedì 12 luglio 2012 14:38
 

ROMA, 12 luglio (Reuters) - Dopo l'uscita di ieri del premier Mario Monti, secondo il quale la concertazione è alla base dei "mali" italiani sul mercato del lavoro, oggi il ministro dello Sviluppo Corrado Passera spiega che è stato l'uso "distorto" del metodo a creare problemi.

"Siamo tutti d'accordo che in passato l'uso distorto della concertazione ha creato molti problemi, ma io credo che un confronto tra parti interessate, che non impedisca a chi deve decidere di farlo, sia un modo corretto di procedere", ha detto Passera a margine del premio Leonardo usando maggiore cautela rispetto al premier dopo la polemica scoppiata ieri con la Cgil.

Monti ieri all'assemblea dell'Abi ha detto che "esercizi profondi di concertazione in passato hanno generato i mali contro cui noi combattiamo e a causa dei quali i nostri figli e nipoti non trovano facilmente lavoro".

La leader della Cgil Susanna Camusso gli ha replicato su twitter affermando che "Monti non sa di cosa parla. Nel '93 [la concertazione] salvò il Paese dalla bancarotta, con riforma pensioni equa".

"Monti non ricorda che sono 20 anni che non abbiamo concertazione e da allora sono arrivate le leggi della precarietà", ha aggiunto.

La concertazione è quel metodo attraverso il quale le parti sociali partecipano attivamente alla messa a punto delle politiche del Welfare del governo. In Italia nel 1993 ha consentito attraverso la politica dei redditi di porre un freno alla inflazione legando gli aumenti salariali in occasione dei rinovi contrattuali a un tasso programmato dal governo piuttosto che a quella reale.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia