Confindustria, probabile contrazione economia superiore a 2,4%-Squinzi

giovedì 12 luglio 2012 11:55
 

ROMA, 12 luglio (Reuters) - Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi prevede per l'economia italiana uno scenario più nero di quello già fosco delineato dagli stessi economisti dell'associazione a fine giugno e ieri dal governatore della Banca d'Italia.

"Nella migliore delle ipotesi nel 2012 il calo del Pil sarà del 2,4%. Ma, probabilmente, sarà anche qualcosa di più perché nella seconda parte dell'anno faccio fatica a vedere miglioramenti", ha detto Squinzi durante una tavola rotonda organizzata dal comitato Leonardo per la promozione del 'made in Italy'.

Il Centro studi di Confindustria il 28 giugno ha stimato per il 2012 una contrazione del Pil del 2,4%. Ieri il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, ha detto che l'economia dovrebbe diminuire di poco sotto i due punti percentuali.

La previsione ufficiale del governo è di -1,2% e risale ad aprile.

Oggi il neo ministro dell'Economia Vittorio Grilli ha detto di tenere nella massima considerazione le previsioni di via Nazionale.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia