PUNTO 3- Snam, con bond 2019 oggi si finanzia pagando meno di Btp

giovedì 12 luglio 2012 18:11
 

(riscrive quinto paragrafo dopo definizione prezzo)

di Gabriella Bruschi

MILANO, 12 luglio (Reuters) - Due bond, due miliardi di euro in una settimana, a un costo di finanziameneto più conveniente di quello che deve sostenere il Tesoro italiano.

Con un ritmo raramente visto sul mercato dei capitali, Snam ha collocato stamane un nuovo bond da un miliardo attraendo ordini per ben 4,3 miliardi per una scadenza a 6 anni e mezzo (gennaio 2019), dopo che solo mercoledì scorso aveva collocato un altro miliardo a quattro anni attraendo quasi 4 miliardi di ordini. Non è inoltre escluso che torni presto sul mercato.

In entrambi i casi la società di distribuzione del gas è riuscita a stringere la guidance rispetto all'ipotesi iniziale e con il secondo bond è riuscita a ridurre il rendimento - in termini relativi - rispetto al primo. Ma soprattutto è riuscita a finanziarsi a un rendimento inferiore a quello del Btp corrispondente.

Così, mentre lo spread Btp/Bund stenta a scendere (resta in area 465 pb), gli emittenti finanziari sono costretti a finanziarsi a caro prezzo, e sono i corporate - meglio se 'investment grade' - ad avere la meglio in questo momento. E ciò potrebbe voler dire che altre società potrebbero ricorrere al mercato dei capitali prima della chiusura estiva.

SNAM RIESCE A FINANZIARSI A LIVELLO PIU' BASSO DEL TESORO

Il nuovo bond gennaio 2019 è stato prezzato a mercati europei chiusi a 99,851, per offrire un rendimento di 370 punti base sopra il tasso midswap corrispondente. La guidance iniziale di era stata di 'area 380 pb', poi rivista a 370-375 pb.   Continua...