PUNTO 3 - Bond Fiat 2016 da 600 mln, 7,75%, ordini oltre 1,3 mld

mercoledì 11 luglio 2012 17:58
 

(riscrive attacco dopo definizione prezzo, precisa dettagli)

MILANO, 11 luglio (Reuters) - E' stata prezzata alla pari con cedola e rendimento 7,75% la nuova emissione a tasso fisso 2016 targata Fiat Finance.

Lo annunciano le capofila dell'operazione Bofa, Bnp Paribas, Citi, JP Morgan, Morgan Stanley e SocGen, precisando che il premio è di 677,5 punti base sul tasso mid-swap.

Nonostante un libro ordini superiore a 1,3 miliardi di euro, Fiat ha voluto limitare la size del prestito ottobre 2016, emesso attraverso la controllata Fiat Finance, a soli 600 milioni di euro.

Si tratta di una sorpresa poiché il mercato inizialmente si era fatto l'idea di una size maggiore e di un rendimento appena sopra il 7%, che riusciva a comprendere anche un piccolo premio. Ma il mercato secondario dal momento dell'annuncio in poi ha visto pesanti vendite che hanno condizionato il nuovo deal.

"Il deal sembrava promettere una performance ben diversa: mi aspettavo quasi un miliardo a un rendimento poco sopra il 7%" dice un dealer. "E' risultato invece un deal un po' stringato per l'emittente".

Il fatto è che, spiegano sul mercato, da stamattina, non appena è stato annunciata la nuova emissione gli investitori hanno iniziato a vendere i vecchi bond sul mercato "per far posto al nuovo" e le vendite sono poi continuate per il resto della mattinata, facendo lievitare i rendimenti.

"A quel punto l'emittente si è vista costretta a spostare in alto l'asticella del rendimento del nuovo bond, accontentandosi di una size inferiore" dice una fonte vicina all'operazione.

Così, mentre lo spread Btp/Bund, preso come termometro della crisi, è addirittura migliorato nel corso della seduta fino a quotare nel pomeriggio in area 455 pb, i bond della galassia Fiat sono decisamente peggiorati.   Continua...