Spending review, verso sciopero farmacie il 26 luglio - Federfarma

martedì 10 luglio 2012 12:40
 

ROMA, 10 luglio (Reuters) - Federfarma propone una serrata delle farmacie per il 26 luglio contro il decreto del governo di revisione della spesa, secondo quanto annunciato oggi dalla presidente dell'associazione, Annarosa Racca.

"Verrà deliberato oggi pomeriggio, ma la proposta che porteremo è questa", ha detto Racca a margine di una conferenza stampa di presentazione delle iniziative contro la spending review.

Il decreto sulla spending review individua per la farmaceutica territoriale un nuovo tetto di spesa pari all'11,5% (rispetto al precedente 13,3%). Per la farmaceutica ospedaliera il nuovo tetto è del 3,2% (rispetto al precedente 2,4%).

Nel caso di sfondamento del tetto della farmaceutica territoriale viene confermato il meccanismo di ripiano totalmente a carico della filiera farmaceutica (aziende, grossisti, farmacisti). Per lo sfondamento della spesa farmaceutica ospedaliera, che fino ad oggi è stato tutto a carico delle regioni, viene introdotto un meccanismo di ripiano che pone a carico delle aziende farmaceutiche il 50% del totale.

Il budget assegnato alle singole strutture per l'acquisto di prestazioni sanitarie da soggetti privati accreditati scende all'1% nel 2012 e al 2% nel 2013 rispetto al budget 2011.

"La spending review è fortemente iniqua, taglia l'unica spesa che è sotto controllo e sotto il tetto. Protesteremo e continueremo a protestare anche fino alla disdetta della convenzione", ha detto Racca in conferenza stampa.

Nel pomeriggio la protesta davanti a Montecitorio.

Secondo Federfarma, le norme sulla spending review porteranno a un calo dell'occupazione nelle farmacie di 20.000 unità.

(Daniele Mari)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia