Spending review, decreto vale 4,4 mld in 2012, 600 mln per calo deficit

martedì 10 luglio 2012 16:33
 

di Giuseppe Fonte
    ROMA, 10 luglio (Reuters) - Nel 2012 la spending review
raccoglie risorse pari a 4,4 miliardi e riduce il deficit di
circa 600 milioni di euro.
    Lo si desume elaborando i dati contenuti nella relazione
tecnica al decreto legge che il governo ha depositato in Senato.
    Il provvedimento raccoglie risorse (maggiori entrate più
minori spese) pari a circa 4,39 miliardi nel 2012. Non tutti i
fondi derivano da minori spese, dal momento che il decreto
attinge per 600 milioni al gettito riscosso dalle Regioni
speciali e dalle province autonome di Trento e Bolzano.
    Sempre nel 2012 il decreto prevede 3,79 miliardi di oneri
(minori entrate più maggiori spese). La differenza, pari a 600
milioni, va a ridurre l'indebitamento netto.
    La spending review raccoglie 10,57 miliardi nel 2013 e 11,23
nel 2014. Gli impieghi ammontano rispettivamente a 10,56 e a
11,21 miliardi. L'effetto positivo sui saldi è quindi pari a
pochi milioni di euro. 
    Ecco una sintesi dell'effetto che produce il decreto (in
milioni di euro) in termini di indebitamento netto:
                       2012      2013      2014
    Totale risorse   4391,7   10574,1   11234,5
    Totale impieghi  3789,4   10558,3   11207,2
    Minor deficit     602,3      15,8      27,3
    
    Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia