Italia, emissioni 2013 in calo a 415 mld, livello pre-crisi - Intesa

lunedì 9 luglio 2012 18:04
 

MILANO, 9 luglio (Reuters) - Il prossimo anno le emissioni lorde di titoli di stato italiani scenderanno a 415 miliardi di euro dai 454 miliardi attesi nel 2012, riportandosi sui livelli pre-crisi del periodo 2003-2007, riducendo il premio al rischio di liquidità sul debito italiano.

Lo dice un report di Banca Imi a cura del servizio Studi e Ricerche di Intesa SanPaolo, a firma della strategist Chiara Manenti.

Ipotizzando che si concretizzi lo scenario di minore crescita tratteggiato nel Programma di Stabilità, con un Pil in caduta dell'1,7% nel 2012 e fermo a zero nel 2013, il fabbisogno statale da finanziare l'anno prossimo sarebbe pari a 17 miliardi di euro, ovvero all'1,1% del Pil, in calo rispetto a quello di quest'anno, previsto a 32 miliardi, ovvero il 2% del Pil, si legge nel report.

Entrambi i dati, sottolinea Manenti, sono al netto della quota di partecipazione al capitale del Meccanismo europeo di stabilità Esm, che verrà versata in cinque tranche da 2,8 miliardi di euro ciascuna e che dovrà essere finanziata con l'emissione di titoli.

A ridurre l'importo delle emissioni del prossimo anno un più basso ammontare di titoli in scadenza: nel 2013 infatti i rimborsi di Cct e Btp scenderanno a 131 miliardi - 15 miliardi in meno rispetto al 2012 - mentre quelli dei Ctz si ridurranno a 23 miliardi, la metà di quelli che dovranno essere rimborsati quest'anno.

Inoltre, scrive Manenti, per quanto riguarda le emissioni sull'estero l'assunto è che, come sta già avvenendo quest'anno a causa della crisi, l'offerta sia nettamente inferiore ai rimborsi, con emissioni nette negative per circa 2,5 miliardi di euro.

Nelle previsioni di Intesa, che non considerano eventuali proventi da privatizzazioni, il Tesoro strutturerà l'offerta di debito mettendo sul piatto 150 miliardi di euro di Btp in termini lordi, lanciando due nuovi titoli benchmark per ogni settore di curva a 3, 5 e 10 anni.

Nello scenario non sono previsti emissioni di titoli con durata superiore al decennale, "sui quali il Tesoro potrebbe offrire nuovi benchmark in sindacato solo se il clima di mercato migliorasse sostanzialmente".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia