July 9, 2012 / 12:23 PM / 5 years ago

PUNTO 2-Presidente Confindustria ritira critiche a Monti dopo polemiche

5 IN. DI LETTURA

* Squinzi "dispiaciuto": mie frasi "decontestualizzate"

* Monti ha accusato Squinzi di far aumentare lo spread

* Squinzi censurato da Montezemolo e Cicchitto

* Polemiche alimentate anche da incertezze su post-elezioni 2013 (Riscrive titolo e lead dopo dichiarazioni Squinzi)

di Giselda Vagnoni

ROMA, 9 luglio (Reuters) - Dopo aver sollevato un polverone per le sue dichiarazioni critiche nei confronti del governo, il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi ha ritirato oggi ogni commento negativo sulla revisione della spesa pubblica varata da Mario Monti.

"Le polemiche non me le aspettavo soprattutto perchè sono basate su frasi decontestualizzate... Mi spiace perché noi abbiamo apprezzato quanto proposto dal governo e io ho detto che è un primo passo nella direzione giusta", ha detto il capo degli industriali a Lucca.

Squinzi è stato eletto presidente di Confindustria in primavera con l'appoggio dell'ex capo del governo e tycoon Silvio Berlusconi e con un voto mai così diviso nella storia dell'associazione.

Dopo aver definito la riforma del lavoro "una boiata", il patron della Mapei, 69 anni, ha detto nel fine settimana che la revisione della spesa pubblica avviata dal governo rischia di provocare una "macelleria sociale", sollevando un coro di proteste mentre l'Italia è impegnata a riconquistare la fiducia dei mercati.

Monti ha ribattuto che dichiarazioni di questo tipo fanno aumentare lo spread e i tassi a carico non solo del debito ma anche delle imprese e oggi ha ricevuto fra gli altri l'appoggio dell'ex presidente degli industriali Montezemolo, accreditato di voler partecipare alle politiche 2013.

"Chi ha l'onore di rappresentare gli imprenditori italiani ha l'obbligo di contribuire a sostenere l'immagine e la credibilità del Paese", ha scritto l'ex presidente di Fiat nel sito di Italiafutura, l'associazione da lui fondata per primuovere il dibattito politico sul futuro del Paese.

Montezemolo, nella battaglia per la presidenza di Confindustria, si è schierato con il concorrente di Squinzi Alberto Bombassei, numero uno della Brembo, insieme con Sergio Marchionne.

Montezemolo ha aggiunto: "Soprattutto in momenti di crisi, così difficili, occorre grande senso di responsabilità, coesione, spirito civile e massimo sostegno al presidente del Consiglio, che con grande impegno e capacità, sta faticosamente ricostruendo la credibiltà internazionale del nostro Paese".

Incertezze Su Post-Elezioni 2013

La polemica sollevata dalle parole di Squinzi viene alimentata dall'incertezza sulle formazioni che si schiereranno in occasione del voto dell'anno prossimo e sulla possibilità di prolungare o meno l'esperienza del governo dei tecnici.

Monti finora ha sempre smentito di voler restare a palazzo Chigi dopo la primavera del 2013. Secondo i resoconti dei giornali italiani però, a margine dei lavori del Circolo degli economisti francesi ieri, il premier non avrebbe escluso questa ipotesi.

Ai suoi interlocutori di Aix en Provence Monti avrebbe detto: "Mi chiedo quale sia il momento giusto per dare una disponibilità... Penso che se dessi oggi una disponibilità non farei del bene al mio governo".

Il partito più disorientato sembra il Pdl di Berlusconi diviso tra la lealtà al fondatore e quella al nuovo segretario Angelino Alfano che dal dominus della politica italiana degli ultimi 20 anni si deve emancipare se vuole affermare la sua leadership.

Le reazioni alla vicenda Squinzi, portato a viale dell'Astronomia anche dai voti delle aziende della famiglia Berlusconi, mettono ancora una volta in risalto la spaccatura in atto nel partito di centrodestra.

"Non c'è niente di peggio di un presidente della Confindustria che invece di tutelare gli interessi complessivi dei suoi associati, specie di quelli più piccoli, si fa carico delle esigenze di pace sociale delle sue aziende: diventa inevitabilmente un prigioniero politico della Cgil", ha scritto stamane in una nota il capo gruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below