PUNTO 1- Italia, Prometeia aggrava calo Pil 2012, esclude pareggio bilancio 2013

venerdì 6 luglio 2012 13:54
 

* stima crescita 2013 limata a 0,1% da precedente 0,4%

* non si riduce stock debito, proseguirà tensione si titoli Stato

* pesano anche effetti terremoto Emilia (riscrive, aggiunge dettagli)

di Elvira Pollina

MILANO, 6 luglio (Reuters) - Un peggioramento della recessione, aggravato anche dal terremoto in Emilia, e del disavanzo pubblico.

E' lo sconfortante quadro fornito da Prometeia per l'economia italiana nel 2012, che secondo il rapporto di previsione dell'istituto bolognese, si chiuderà con un Pil in caduta del 2,2% e un deficit al 2,3%.

Le precedenti stime sul Pil diffuse dal centro di ricerca ad aprile, indicavano per quest'anno un caduta del prodotto interno lordo dell' 1,5%.

Per l'anno prossimo Prometeia si attende una crescita pressocché nulla (+0,1%), e in ogni caso ancora più bassa rispetto alle stime di due mesi fa (+0,4%).

Più ottimistiche erano anche le ultime previsioni sul deficit, risalenti a gennaio, quando il disavanzo 2012 era stato indicato all' 1,7%.   Continua...