Spending review, bozza prevede copertura per altri 55.000 esodati

giovedì 5 luglio 2012 16:56
 

ROMA, 5 luglio (Reuters) - La bozza del decreto legge sulla revisione della spesa prevede la tutela del reddito di 55.000 lavoratori cosiddetti esodati, che si vanno ad aggungere ai 65.000 già coperti con un precedente decreto.

Si tratta in tutto di 120.000 lavoratori che hanno raggiunto con le aziende accordi per lasciare il lavoro per poi scivolare verso la pensione e che, alla luce della nuova riforma previdenziale che innalza l'età per la pensione, si sono trovati senza reddito. Con i due decreti il governo consente a costoro di andare in pensione con i vecchi requisiti.

Il primo decreto ha garantito la copertura per coloro che hanno lasciato il lavoro dal 2012; il secondo decreto, che sarà esaminato dal consiglio dei ministri di questa sera, copre coloro che si trovino in regime di cassa integrazione, mobilità o paghino contributi volontari maturando i requisiti per la pensione entro il 2014.

Sono compresi ulteriori 1.600 soggetti che avevano stipulato accordi per l'accesso ai fondi di solidarietà di settore "e ferma restando la permanenza nel fondo fino al sessantaduesimo anno di età".

L'Inps monitorerà sulle domande per l'accesso alla pensione con le vecchie regole sino al raggiungimento di 55.000 persone. Le domande in eccedenza resteranno inevase, spiega la bozza del decreto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia