PUNTO 3 - Snam prezza bond 4 anni per 1 mld, cedola 4,375%

mercoledì 4 luglio 2012 19:30
 

(Aggiunge in paragrafo 3 nota Snam)

MILANO/LONDRA, 4 luglio (Reuters) - Ha iniziato bene il suo programma di emissioni Snam, con un bond che ha attratto ordini per quasi 4 miliardi.

Complice anche una prezzatura accattivante - del resto necessaria in un mercato che per quanto più disteso resta molto delicato - Snam ha potuto collocare un miliardo a un rendimento rivisto al ribasso rispetto all'ipotesi iniziale: pari a 340 punti base sopra il tasso del midswap da un'ipotesi iniziale di 'area 350 pb', con una cedola del 4,375% e un prezzo di 99,827.

In una nota diffusa in serata dalla società si informa che la partecipazione degli investitori esteri all'offerta è stata pari a circa il 75%.

Anche così Snam - la prima corporate italiana ad aver approfittato di questa finestra apertasi sul mercato dei capitali dopo i 'financial' ieri Generali e Intesa Sanpaolo - è stata più generosa rispetto ai comparable sul mercato.

Terna, che con un rating simile (A3, A-) ha un bond 2017 che tratta oggi 260 punti base in asset swap. Enel , anch'essa con rating simile (Baa1, BBB+) che quota oggi il suo bond 2016 un rendimento di 267 punti base.

"Terna ed Enel sono due emittenti frequenti e quindi possono permettersi rendimenti minori" dice uno strategist del settore, "e in più Snam ha pagato il premio per fatto che si tratta di una prima emissione e che ci troviamo in un mercato difficile".

E d'altra parte Snam è solo all'inizio del suo rapporto con gli investitori: ha infatti un programma di emissioni da 8 miliardi che serviranno a rifinanziare linee di credito per 11 miliardi, derivanti dal distacco da Eni.

Già stamane si erano diffuse sul mercato voci - come riportato da Ifr - che oggi stesso Snam avrebbe emesso un secondo bond gennaio 2019.   Continua...