SCHEDA - Spending review, il decreto allo studio del governo

mercoledì 4 luglio 2012 14:26
 

ROMA, 4 luglio (Reuters) - Mobilità obbligatoria per i dipendenti pubblici in esubero, soppressione di numerosi enti pubblici, nullità dei contratti di acquisto che non passano per la Consip, nuovi massicci tagli a regioni ed enti locali e stretta sulla spesa sanitaria.

Il Consiglio dei ministri si riunirà venerdì 6 luglio per adottare il decreto legge con i tagli della spending review.

Oltre a ridimensionare l'aumento dell'Iva, il decreto rifinanzia tutta una serie di spese "indifferibili" per un valore di poco superiore al miliardo.

Ecco una sintesi delle misure in base alla bozza in circolazione:

AUMENTO IVA DA 2013 E PER SOLO 1 PUNTO PERCENTUALE

Si attenua l'incremento della tassazione sui consumi previsto dalla manovra correttiva di dicembre.

Le aliquote Iva del 10 e del 21% saliranno di un punto percentuale anziché di due ma solo dal primo gennaio 2013 e non dal primo ottobre. La bozza cancella inoltre l'ulteriore incremento di 0,5 punti percentuali previsto a partire dal 2014.

  Continua...