PUNTO 2 - Spending review, Monti annuncia tagli ben oltre 4,2 mld

martedì 3 luglio 2012 17:20
 

* Monti: superare logica tagli lineari

* Grilli: Italia resta "sorvegliata speciale" in Ue

* Sindacati pronti a sciopero per taglio 10% statali

* Regioni temono tagli a trasporto pubblico locale e sanità (Aggiunge Monti a secondo paragrafo, sindacati al 14°)

di Giuseppe Fonte

ROMA, 3 luglio (Reuters) - La spending review dovrà garantire nel 2012 molto più dei 4,2 miliardi annunciati dal governo a fine aprile e punterà a ridurre del 10% i dipendenti pubblici attualmente in servizio.

Incontrando enti locali e parti sociali a Palazzo Chigi, il presidente del Consiglio Mario Monti ha tenuto a sottolineare che la revisione mirata della spesa pubblica "non è una nuova manovra di finanza pubblica" ma "un'operazione strutturale" per "eliminare gli sprechi senza ridurre i servizi", superando la logica dei "tagli lineari per guardare a più alte priorità".

"Per evitare che in ottobre ci sia l'aumento dell'Iva occorrono 4,2 miliardi. Si sono poi aggiunte due esigenze: il tema degli esodati, meglio qualificati come salvaguardati, e il terremoto in Emilia Romagna, Lombardia e Veneto, rendendo la cifra di 4,2 miliardi molto più alta", ha detto Monti secondo quanto riferito da chi ha partecipato gli incontri.

Cifre più dettagliate il capo del governo non ne ha date, ma già nei giorni scorsi fonti governative avevano fatto trapelare l'intenzione di aumentare la dimensione dei risparmi oltre i 7 miliardi.   Continua...