Economia Italia pesante ma siamo in regola, no manovra aggiuntiva - Monti

venerdì 29 giugno 2012 15:52
 

BRUXELLES, 29 giugno (Reuters) - La situazione dell'economia italiana è pesante, sotto il peso della recessione e dell'alto debito, ma il Paese è in regola con i target Ue e non sono previste manovre aggiuntive.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Monti nella conferenza stampa conclusiva del Consiglio europeo che ha dato via libera a un meccanismo di maggiore flessibilità sugli aiuti per la crisi dei debiti sovrani, accogliendo le richieste di Italia e Spagna.

Monti ha anche confermato la sua intenzione di rimanere in sella con il suo esecutivo sino al termine della legislatura che si conclude nella primavera del 2013.

"La recessione c'è, il debito è in crescita", ha ammesso Monti che però non ha apprezzato la valutazione di Confindustria secondo la quale l'Italia è nell'abisso.

"Mi sto imponendo una moderazione interpretativa sul linguaggio usato dal presidente di Confindustria", ha detto Monti.

"La situazione economica è pesante, abisso o no è pesante. Non ho mai pensato che si potesse trasformarla in una leggera e rapida salita in pochi mesi", ha aggiunto il Capo del governo rivendicando la promozione delle politiche portate avanti in questi mesi dal governo da parte della Commissione europea e degli altri organismi internazionali.

Monti ha escluso la necessità di nuove correzioni dei saldi di finanza pubblica perché anche se il rapporto deficit/Pil crescesse in termini nominali, in termini strutturali l'Italia resta comunque "sull'itinerario per avere un avanzo strutturale nel 2013".

"Non ritengo necessarie manovre aggiuntive perché siamo in rotta di conseguimento degli obiettivi di bilancio che ci siamo proposti. Non le sfugge che adesso, sotto il quadro del Fiscal compact, gli obiettivi sono definiti in termini strutturali e questo ci mette al riparo da quella parte di possibile scostamento che deriva dall'andamento del ciclo economico", ha aggiunto Monti rivolgendosi al cronista.

  Continua...