SINTESI-Ue, summit per trovare stabilizzatori mercato a breve termine

giovedì 28 giugno 2012 17:16
 

BRUXELLES, 28 giugno (Reuters) - I funzionari delle finanze europei stanno lavorando intensamente sulle modalità per stabilizzare il costo del denaro a breve termine, mentre i leader Ue hanno aperto un summit più divisi che mai su come risolvere il debito della zona euro.

Il presidente francese Francois Hollande, arrivando al suo primo summit Ue a sei settimane dal suo insediamento all'Eliseo, ha detto di aspettarsi un accordo sui passi di emergenza per aiutare i paesi della zona euro il cui costo del credito ha raggiunto livelli insostenibili.

"Sono qui per arrivare ad una rapida soluzione a sostegno dei paesi che sono in grande difficoltà sui mercati, anche se penso che abbiano fatto sforzi considerevoli per sistemare le loro finanze pubbliche", ha detto ai giornalisti.

Tre fonti Ue hanno precisato che i lavori si sono focalizzati sull'attivazione del fondo di salvataggio temporaneo esistente Efsf e sul futuro fondo permanente Esm per l'acquisto di bond italiani e spagnoli.

Le fonti hanno aggiunto che un accordo potrebbe essere raggiunto in una riunione dei 17 leader della zona euro domani, al termine del regolare summit a 27.

"Dobbiamo guardare gli strumenti esistenti, e sia l'Efsf che l'Esm, una volta attivo, avranno la capacità di acquistare bond sul mercato primario. Questa è l'area su cui ha senso operare", ha detto un funzionario.

Italia e Spagna devono ancora richiedere assistenza, per la quale potrebbero essere sottoposti a condizionamenti di politica fiscale e monitoraggio internazionale. Ma, secondo le fonti, potrebbero anche non essere richieste loro misure ulteriori a livello di riforme strutturali e di austerity rispetto a quelle che hanno già preso.

Il primo ministro olandese Marc Rutte sostiene che la zona euro dovrebbe usare gli strumenti esistenti per risolvere i problemi del mercato e ha respinto la richiesta della cancelliera tedesca Angela Merkel di trasferire maggior sovranità sui bilanci nazionali e politica economica alle istituzioni Ue.

Le posizioni finora sono così distanti che fonti Ue hanno riferito della prospettiva di un ulteriore summit a luglio per tentare di colmare le differenze.   Continua...