Rdb chiede insolvenza in amministrazione straordinaria

mercoledì 27 giugno 2012 18:18
 

MILANO, 27 giugno (Reuters) - Il consiglio di amministrazione di Rdb ha preso atto della impraticabilità dell'ipotesi di concordato preventivo in continuità e, pertanto, ha deliberato di presentare ricorso per la dichiarazione di insolvenza in amministrazione straordinaria.

Il ricorso all'amministrazione straordinaria, si legge in un comunicato della società attiva nei prefabbricati, "ha l'obiettivo di conservare il patrimonio produttivo mediante prosecuzione, riattivazione o riconversione delle attività imprenditoriali, in ragione del fatto che l'impresa presenta concrete prospettive di recupero dell'equilibrio economico delle attività imprenditoriali".

Rdb depositerà la richiesta al Tribunale di Piacenza.

Il concordato preventivo in continuità, spiega l'azienda, presupponeva il sostegno delle banche creditrici, che, però, non hanno fornito "alcun riscontro".

Il Cda, inoltre, ha approvato il bilancio 2011, redatto sulla base del presupposto della non continuità aziendale. L'esercizio è stato chiuso con un Ebitda negativo per 71,4 milioni e una perdita netta di 260,7 milioni, nonché un patrimonio netto negativo per 110,9 milioni.

Il titolo Rdb è rimasto sospeso per l'intera seduta in attesa di comunicato.

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia