PUNTO 2-Italia a vertice Ue non per visto formale, lavorare a oltranza-Monti

martedì 26 giugno 2012 19:47
 

* Monti: arrivare a apertura mercati lunedì con nuove difese

* Italia vuole meccanismo antispread, investimenti pubblici (Aggiorna con Moavero)

di Francesca Piscioneri e Roberto Landucci

ROMA, 26 giugno (Reuters) - L'Italia non andrà al Consiglio europeo di giovedì e venerdì per apporre un via libera formale a documenti prestampati e si prepara a trattare a oltranza.

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Monti, dicendosi disponibile a lavorare anche fino a domenica sera per arrivare all'apertura dei mercati di lunedì 2 luglio con misure che proteggano la zona euro da nuove tensioni.

Nonostante una severa riforma della previdenza e le manovre restrittive approvate per raggiungere il bilancio strutturale nel 2013, l'Italia è tornata a essere penalizzata dai mercati e oggi ha collocato Ctz a due anni al 4,712% dal 4,037% di maggio.

Lo spread tra il rendimento dei Btp a dieci anni e i bund tedeschi veleggia attorno ai 470 punti base.

L'ex premier Silvio "Berlusconi ha parlato giustamente di assoluta indeterminatezza per i risultati del vertice. Li vedremo presto, c'è spazio negoziale aperto", ha detto Monti intervenendo in aua alla Camera nel corso del dibattito sulle mozioni di sostegno al governo in vista del summit del 28 e 29 giugno.

"Sono convinto anche io che questa non sarà una riunione in cui si andrà ad apporre un visto formale a documenti pre preparati", ha proseguito il premier riferendosi ad una richiesta avanzata in aula dal deputato Pd Enrico Letta.   Continua...