Banche e imprese Italia chiedono nuovi interventi Bce su secondario

lunedì 25 giugno 2012 15:49
 

ROMA, 25 giugno (Reuters) - La Bce proceda a nuovi interventi sul mercato secondario dei bond, e il Consiglio europeo del 28 e 29 giugno dia un segnale forte ai mercati adottando i project bond e stipulando un patto per l'unione bancaria.

È questo il messaggio lanciato dalle imprese e le banche italiane al Presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, e al Presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, in una lettera inviata oggi da Abi, Ania, Alleanza delle Cooperative Italiane, Confindustria e R.ETE. Imprese Italia in vista del vertice di questa settimana a Bruxelles.

Il summit Ue sia occasione per dare "un segnale forte e inequivocabile ai popoli e ai mercati da parte di chi oggi guida, ad ogni livello, la politica europea", dice la missiva.

In particolare l'associazione di banche e imprese chiede "che la Bce continui ad assicurare un adeguato flusso di liquidità all'economia e a preservare il meccanismo di trasmissione della politica monetaria, anche prevedendo ulteriori interventi sul mercato secondario dei titoli di stato".

Necessaria anche "una garanzia comunitaria in ordine ad una percentuale del debito pubblico esistente, al fine di non veder vanificati gli sforzi di risanamento dei conti pubblici a causa dell'aumento dei tassi di rifinanziamento degli stessi, in parte determinato dalla negativa dinamica economica derivante da pur necessarie politiche di rigore; completare il quadro normativo europeo con misure che sottopongano a regolamentazione e vigilanza adeguate il sistema finanziario ombra; realizzare un patto per la crescita e attivare strumenti a supporto di questo patto, in primis i project bonds; adottare un patto europeo per l'unione bancaria".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia