Ue, Italia ha sottolineato per prima necessità crescita in agenda-Monti

giovedì 26 aprile 2012 12:14
 

BRUXELLES, 26 aprile (Reuters) - L'Italia ha sottolineato per prima la necessità di mettere le politiche per la crescita nell'agenda europea e ora accoglie dunque con favore che tale aspetto sia enfatizzato anche da altri Paesi. Questo non deve essere visto però in conflitto con le politiche di disciplina di bilancio alle quali si è arrivati grazie all'impulso voluto dalla Germania.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Monti nel corso del suo intervento in inglese all'European Business Summit a Bruxelles.

"L'Italia è stata la prima a sottolineare la necessità di mettere la crescita nell'agenda europea", ha detto Monti.

Il presidente del Consiglio ha aggiunto che l'Italia ora "accoglie con favore la maggiore enfasi data dagli altri Paesi per la crescita senza che sia in conflitto con la disciplina di bilancio a cui si è arrivati grazie al contributo della Germania".

In precedenza Monti aveva detto che bisogna in questa fase "concentrarsi su politiche di riforme strutturali sia a livello europeo sia a livello di politiche nazionali".

Ha detto no a "politiche sul lato della domanda, per così dire keynesiane, che vanno contro le politiche recenti di disciplina di bilancio senza dare effetti": "Rifiutiamo politiche di rilancio tramite spese effimere e deficit".

Il premier italiano ha aggiunto che "abbiamo un appello a favore della crescita evitando che gli strumenti di disciplina di bilancio portino a uno sfacelo": "Non dobbiamo eludere la disciplina di bilancio ma renderla effettivamente sostenibile".

- Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia