Frequenze, asta non a tema colazione con Berlusconi - Monti

mercoledì 18 aprile 2012 15:10
 

ROMA, 18 aprile (Reuters) - La decisione del governo di annullare il beauty contest e di mettere a gara le frequenze liberate dal passaggio al digitale non sarà a tema della colazione che domani il presidente del Consiglio Mario Monti avrà con il leader del Pdl e proprietario di Mediaset, Silvio Berlusconi.

Lo ha detto lo stesso Monti nel corso della conferenza stampa in corso a palazzo Chigi dopo il consiglio dei ministri di questa mattina. Il premier non teme che la decisione del governo di passare all'asta onerosa rispetto al beauty contest possa inficiare i rapporti con il Pdl che si è posto contro la decisione dell'esecutivo.

Il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera ha aggiunto che il meccanismo della gara non escluderà nessuno dalla possibilità di partecipare alla gara.

"I vincoli presenti nell'emendamento del governo sono gli stessi previsti dal beauty contest. Non abbiamo avuto mai l'intenzione di modificarli e li abbiamo chiariti sempre con la Commissione. C'è stata una esplicitazione, i vincoli sono stati confermati in termini di numero di multiplex per operatore", ha detto Passera precisando che "questa chiarificazione nel testo non impedisce a nessuno di partecipare alla gara".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia