Lavoro, riforma passerà con modifiche su flessibilità entrata - Polillo

lunedì 16 aprile 2012 10:22
 

ROMA, 16 aprile (Reuters) - C'è la volontà del Parlamento di approvare la riforma del mercato del lavoro ma con modifiche che rendano meno rigido il ricorso a contratti flessibili, come chiedono le imprese sostenute dal Pdl.

E' l'opinione del sottosegretario all'Economia, Gianfranco Polillo espressa stamani su Canale 5.

"Con delle correzioni sull'ingresso credo che la riforma possa essere varata dal Parlamento. A quanto mi risulta in Parlamento c'è una grande predisposizione a realizzare la riforma che salvi la più parte della riforma ma la adatti a questa particolare fase congiunturale", ha risposto Polillo commentando le dichiarazioni del ministro del Welfare, Elsa Fornero, secondo la quale se il Parlamento non approverà la riforma del mercato del lavoro il governo andrà a casa.

"Credo che alla fine, visto che c'è grande senso di responsabilità in Parlamento e con le forze politiche, si troverà un punto di equilibrio che corregga alcuni aspetti della riforma. Da un punto di vista strutturale la riforma è buona ma dobbiamo tenere conto della forte recessione e se irrigidiamo troppo l'ingresso e rendiamo troppo onerose le nuove assunzioni corriamo il rischio di avere una forte disoccupazione perché le aziende non sarebbero in grado di reggere i forti costi salariali e sarebbero orientate verso il licenziamento", ha aggiunto.

La presidente uscente di Confindustria, Emma Marcegaglia, ha definito "pessima" la riforma dopo che il governo ha ammorbidito le norme sui licenziamenti chiedendo meno rigidità e minori costi per le imprese per contratti a termine, cocopro e partite Iva. Il Pdl si è impegnato a tramutare in emendamenti le richieste delle imprese.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia