Rpt-Asta frequenze, consiglio ministri di oggi non ne ha parlato-Gnudi

venerdì 13 aprile 2012 15:55
 

(Corregge refuso nel titolo)

ROMA, 13 aprile (Reuters) - Il Consiglio dei ministri di oggi non ha discusso dell'asta per l'assegnazione delle frequenze televisive liberatesi con il passaggio al digitale, dopo la decisione del governo di sospendere il beauty contest che le assegnava gratuitamente agli operatori.

Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali, Turismo e Sport, Piero Gnudi, al termine della riunione di oggi.

"No", ha risposto Gnudi a chi chiedeva se il tema fosse stato all'ordine del giorno della riunione.

Il mese scorso lo stesso Passera aveva indicato il termine del 19-20 aprile per sciogliere il nodo sulla modalità di cessione delle frequenze che saranno spacchettate e cedute attraverso asta onerosa.

La decisione di procedere alla cessione onerosa della frequenze rappresenta una svolta rispetto alla linea del precedente governo, guidato da Silvio Berlusconi che, invece, aveva stabilito l'assegnazione tramite una concessione gratuita agli operatori dotati di una serie di requisiti.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia