Rinnovabili, decreti vanno bene così - Starace (Egp)

venerdì 13 aprile 2012 14:40
 

ROMA, 13 aprile (Reuters) - I decreti ministeriali che rimodulano gli incentivi sulle energie rinnovabili vanno bene come sono, secondo l'amministratore delegato di Enel Green Power , Francesco Starace.

"Nulla da dire, va bene così. C'è qualche piccola criticità per la soglia troppo bassa per gli impianti del fotovoltaico", ha detto Starace parlando a un convegno alla Luiss.

Il governo ha deciso di aumentare di circa 6 miliardi all'anno il sostegno al settore delle rinnovabili pagato dai consumatori.

Per gli impianti fotovoltaici il governo ha confermato gli incentivi in essere per gli impianti già funzionanti: 6 miliardi di euro all'anno. Per i prossimi 2 anni e mezzo, il governo ha deciso di destinare ai nuovi impianti, fino ad un massimo di altri 500 milioni all'anno di incentivi.

Il livello del sostegno unitario, rispetto al precedente schema di incentivi, però viene ridotto: il governo ha detto di circa il 30%. Passato questo periodo il sostegno, ai nuovi impianti verrà meno: chi vorrà installare pannelli fotovoltaici non avrà diritto ad incentivi.

Il secondo decreto riguarda, invece, gli incentivi per gli impianti eolici, idrici, geotermici e da biomasse (rifuti umani e animali). Per questi il governo ha previsto un tetto di spesa complessivo di 5,5 miliardi all'anno, oggi siamo a circa 3,5 mld secondo stime governative.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia