BREAKINGVIEWS - Italia, la rinascita sembra più una maratona che uno sprint

mercoledì 11 aprile 2012 15:23
 

(L'autore è un editorialista di Reuters Breakingviews. Le opinioni espresse sono solo le sue.)

di Neil Unmack

LONDRA, 11 aprile (Reuters) - La fatica di Mario Monti è emblematica della difficoltà di rivitalizzare l'Italia. La scorsa settimana il presidente del Consiglio è stato costretto al compromesso sulla tanto attesa riforma del lavoro.

Questo potrebbe essere motivo di preoccupazione per i mercati, se non altro perché sono molte altre le riforme necessarie per aumentare il potenziale di crescita dell'economia italiana. E questa prima battuta d'arresto di Monti potrebbe essere il segnale di una difficoltà crescente.

E' ingiusto criticare Monti troppo duramente per la riforma del lavoro, che è stata una misura equa per gestire il dualismo del mercato del lavoro italiano. E il compromesso potrebbe essere il massimo raggiungibile da un premier tecnico, non eletto dal popolo e senza una base parlamentare.

I sindacati e il Partito democratico si sono opposti ai cambiamenti che avrebbero reso più facili i licenziamenti. E il centro-destra ora vuole modificare le disposizioni che penalizzano e limitano l'uso dei contratti a tempo determinato.

Anche Confindustria ha criticato la riforma.

Ulteriori modifiche, però, indebolirebbero la posizione di Monti e renderebbero potenzialmente più difficili le future riforme.

E anche se il compromesso attuale dovesse passare agevolmente in Parlamento, non si tratterebbe della soluzione ottimale che alcuni auspicavano.   Continua...