Riforma lavoro inizia iter Senato mentre Italia torna sotto riflettori mercati

mercoledì 11 aprile 2012 17:40
 

* Spread Italia-Germania resta vicino ai 400 punti base

* Accuse reciproche tra Italia e Spagna su chi ha colpa peggioramento spread

* Passera dice che allargamento spread non c'entra con riforma lavoro

di Giselda Vagnoni

ROMA, 11 aprile (Reuters) - Il Senato ha iniziato stamane l'esame del disegno di legge di riforma del mercato del lavoro sul quale Mario Monti ha ricevuto le critiche più aspre da quando è al governo e sul quale si gioca la credibilità del suo governo chiamato a ristabilire la fiducia degli investitori nell'Italia.

L'iter parlamentare del provvedimento si annuncia incerto dal momento che è stata accantonata l'ipotesi del decreto per ragioni di opportunità politica e il suo esame avviene mentre sui mercati è ritornato a prevalere lo scetticismo sulla capacità dell'Europa di superare i problemi del debito e della scarsa crescita.

Dopo un iniziale via libera a una normativa più flessibile sul fronte dei licenziamenti e la reazione negativa dei sindacati e del Pd, il governo ha reintrodotto la possibilità di riassunzione per il lavoratore licenziato per motivi economici di cui sia dimostrata la manifesta insussistenza.

L'iniziativa ha scatenato la reazione del presidente uscente di Confindustria Emma Marcegaglia che, in una intervista al Financial Times, ha definito "pessima" l'ultima versione del ddl lavoro.

Secondo Neil Unmack, analista di Breakingviews, ulteriori modifiche indebolirebbero la posizione di Monti e renderebbero potenzialmente più difficili le future riforme.   Continua...