Telecom Italia, mercato bond aperto ma un po' caro - Patuano

mercoledì 4 aprile 2012 13:49
 

MILANO, 4 aprile (Reuters) - Telecom Italia tiene costantemente sotto controllo il mercato obbligazionario, può emettere un bond nel giro di 72 ore, ma, al momento, ritiene che le condizioni siano troppo care.

E' quanto ha detto l'amministratore delegato, Marco Patuano, parlando a margine della presentazione di un accordo con Microsoft.

"Teniamo sotto controllo il mercato dei bond continuamente, abbiamo un dipartimento di tesoreria molto attivo", ha affermato l'AD. "Siamo in grado di emettere in 72 ore dal momento in cui vediamo una finestra disponibile".

Patuano ha puntualizzato che "Telecom ha un margine di liquidità molto importante" e, di conseguenza, "non solo aspettiamo che il mercato sia aperto, ma anche che le condizioni siano vantaggiose. In questo momento", ha proseguito, "i mercati sono aperti, ma forse un po' cari. Quando si presenterà una buona finestra, saremo presenti".

Interpellato sulla valuta di un'eventuale emissione, Patuano ha ricordato che Telecom ha fatto bond in dollari, euro, sterline, "poco in altre valute tipo yen... tanto poi facciamo per tutte lo swap in euro".

Il 23 febbraio scorso, il Cda ha autorizzato l'emissione di prestiti obbligazionari non convertibili fino a 4 miliardi di dollari entro febbraio 2013.

(Massimo Gaia)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia