Fisco, ok commissioni Senato, acconto Imu con aliquote base

martedì 3 aprile 2012 17:09
 

ROMA, 3 aprile (Reuters) - I contribuenti dovranno pagare a giugno l'acconto sull'Imu, l'imposta municipale unica, con l'aliquota base.

Lo conferma il testo del decreto sulle semplificazioni fiscali licenziato con modifiche dalle commissioni Finanze e Bilancio del Senato, che hanno così accolto le proteste dei Caf, i centri di assistenza fiscale.

L'Imposta municipale sugli immobili ha un'aliquota base pari allo 0,4%, che i comuni possonno aumentare o diminuire di 0,2 punti percentuali. Per le seconde e terze case l'aliquota è dello 0,76% e i comuni la possono alzare o diminuire di 0,3 punti percentuali. Il problema lamentato dai Caf è che la maggior parte dei comuni non ha ancora pubblicato la delibera con la quale si stabilisce che tipo di aliquota applicare. Per questo i centri temevano di non poter procedere al corretto versamento dell'imposta entro il 16 giugno per conto dei contribuenti.

L'emendamento approvato in commissione prevede che, per il 2012, il pagamento della prima rata sia fatto in misura pari al 50% "applicando le aliquote di base". I contribuenti dovranno versare la seconda rata a dicembre "con il conguaglio della prima rata", tenendo cioé conto della facoltà attibuita ai comuni di alzare o diminuire l'aliquota di base.

Un altro emendamento fa slittare di un mese, dal primo maggio al primo giugno 2012, l'entrata in vigore del divieto per le amministrazioni pubbliche di pagare in contanti stipendi e pensioni sopra i 1.000 euro. Entro il 31 maggio i beneficiari degli assegni dovranno indicare un conto corrente su cui accreditare le somme.

Il testo che esce dalla commissioni perde inoltre le liste selettive di contribuenti, che l'amministrazione fiscale avrebbe dovuto elaborare per concentrare i controlli sui contribuenti segnalati perché non hanno emesso fattura o scontrino fiscale. Ora il decreto prevede solo che le agenzie fiscali e la Guardia di finanza potranno tener conto "anche delle segnalazioni non anonime di violazioni tributarie, incluse quelle relative dell'obbligo di emissione della ricevuta o dello scontrino fiscale".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia