Btp Italia in rialzo, spinto da attese maggiore inflazione

lunedì 2 aprile 2012 13:17
 

MILANO, 2 aprile (Reuters) - In un clima di attesa per il rialzo dell'inflazione, anche a causa dell'aumento del prezzo delle bollette elettrica del 9,8% complessivo tra aprile e maggio deciso dall'Autorità per l'energia nel week end, sull'obbligazionario italiano il comparto dei linker tende a migliorare, Btp Italia in prima fila.

Il titolo, collocato alla pari per quasi 8 miliardi di euro, quota oggi sul mercato Mot, attorno a 100,60, dopo che nelle ultimi giorni aveva anche registrato un massimo di 100,71.

"Resta comunque interessante comprarlo anche a questi prezzi se un investitore prevede un crescere della cedola in linea con il crescere dell'inflazione" dice un dealer A proposito del titolo indicizzato all'inflazione italiana, lanciato un paio di settimana fa dal Tesoro e rivolto al pubblico retail.

In vendita, ricorda il dealer, il livello minimo conveniente è 100,40, livello che incorpora il premio fedeltà (0,4%) a cui un investitore ha diritto al momento del rimborso se acquista il titolo in sede di collocamento. La cedola reale di questo titolo è stata fissata al 2,45%.

"Il titolo ha avuto un buon andamento in queste due settimane, mantenendosi sempre sopra la pari e tenendosi al riparo anche delle tendenze negative del resto del mercato viste nei giorni scorsi" dice un dealer.

Il BTPei 2016 - con un'indicizzazione all'inflazione europea - stamane quota un prezzo di 98,00 e una cedola reale del 2,105. Di contro il Btp nozionale 2016 quota 103,24 e rende il 4%.

A sostenere il prezzo del Btp Italia è anche il fatto che "non si può coprire con il mercato repo, e quindi non si può vendere allo scoperto" aggiunge un altro dealer.

Il Tesoro ha detto che provvederà ad emettere altri Btp Italia nel corso dell'anno, il prossimo prima dell'estate .

  Continua...