Derivati, Regione Lombardia raggiunge accordo con Ubs-nota avvocato

venerdì 30 marzo 2012 16:21
 

MILANO, 30 marzo (Reuters) - La Regione Lombardia ha raggiunto un accordo con la banca Ubs per la chiusura del contenzioso sulle operazioni in derivati legate al bond regionale trentennale emesso nel 2002.

Lo si apprende da un comunicato dell'avvocato inglese della Regione, Germana Lo Iacono-Smith di Seddons, che ha condotto nei giorni scorsi la mediazione presso l'Alta Corte di Londra.

"La Regione Lombardia e la banca UBS AG hanno concordato di chiudere, nel loro comune interesse, il contenzioso che le opponeva in merito ad operazioni di swap realizzate a copertura di un finanziamento a lungo termine del 2002", si legge nel comunicato che aggiunge "le parti si sono accordate, previa stipulazione dei documenti legali, per migliorare i risultati attinenti alla gestione futura dei contratti in coerenza con la legislazione rilevante ed in un'ottica di recupero di normali relazioni commerciali".

La Regione esprime soddisfazione per aver raggiunto un accordo che "tutela l'interesse delle due parti" ed "evita un lungo e costoso contenzioso".

Le parti non rilasceranno ulteriori commenti sull'argomento.

Il comunicato non fa parola dei termini finanziari dell'accordo.

Sui derivati in questione la Regione aveva intentato una causa per risarcimento danni contro Ubs e Merrill Lynch, l'altra banca coinvolta nell'operazione, presso la giustizia britannica. Una precedente inchiesta penale condotta dalla Procura di Milano era stata archiviata nel 2010 per prescrizione.

Inoltre, la Regione aveva accantonato lo socrso giugno 153 milioni di euro a copertura del rischio gravante sui titoli di Stato greci contenuti nella porzione gestita da Ubs del fondo di ammortamento del bond regionale.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia