Corte Londra rigetta ricorso banche in caso derivati Pisa

venerdì 23 marzo 2012 17:42
 

MILANO, 23 marzo (Reuters) - Un giudice dell'Alta Corte Londinese ha respinto oggi un ricorso presentato da Dexia e Depfa in una vertenza su contratti derivati siglati dalla Provincia di Pisa nell'ambito di una ristrutturazione di debito da 95,5 milioni di euro.

Lo riferisce l'avvocato Germana Lo Iacono-Smith, legale dello studio londinese Seddons, che ha rappresentato la provincia in giudizio.

Le due banche avevano chiesto al giudice inglese di riferire la vicenda alla Corte di Giustizia Europea la quale sarebbe stata chiamata a stabilire se i procedimenti attualmente aperti sia in Italia che in Inghilterra dovessero proseguire nell'uno o nell'altro paese.

La sentenza che rigetta il ricorso è inappellabile.

A seguito della decisione odierna il procedimento amministrativo che contrappone la provincia alle due banche proseguirà il suo corso in Italia, mentre la causa civile va avanti in Inghilterra.

"La recente sentenza del Consiglio di Stato potrebbe alla fine far sì che l'Italia sia responsabile per tutto," commenta l'avvocato Lo Iacono-Smith.

"Si tratta di una rara vittoria per un ente locale italiano verso le banche davanti a un giudice inglese."

Un'importante sentenza del Consiglio di Stato relativa proprio alla vicenda che contrappone la Provincia di Pisa alle due banche ha stabilito la competenza esclusiva del giudice amministrativo italiano in materia. La sentenza è andata anche oltre prevedendo l'annullamento dei contratti se venga appurata la mancanza di convenienza economica per l'ente alla sigla degli stessi. Agendo in autotutela, la Provincia di Pisa aveva già proceduto ad annullare gli atti amministrativi sottostanti alla sigla dei contratti derivati proprio a seguito dell'asserita mancanza di convenienza economica degli stessi.

Al momento un esperto di Banca d'Italia è stato chiamato dal Consiglio di Stato ad approfondire la perizia fornità sull'eventuale presenza di costi occulti nei due derivati accesi da Pisa e la loro entità.

L'udienza finale al Consiglio di Stato è prevista in giugno.

(Valentina Za)

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Corte Londra rigetta ricorso banche in caso derivati Pisa | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    18,884.90
    -0.83%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,693.80
    -0.73%
  • Euronext 100
    949.24
    +0.14%