Lavoro, anche Ugl chiede reintegro per licenziamenti economici

giovedì 22 marzo 2012 18:42
 

ROMA, 22 marzo (Reuters) - Anche l'Ugl si unisce agli altri sindacati nel chiedere al governo la possibilità di reintegro in caso di licenziamento per motivi economici.

Lo ha detto il segretario generale dell'organizzazione, Giovanni Centrella, durante l'incontro tra governo e parti sociali sulla riforma del lavoro, come riferito da fonti presenti.

"L'Ugl chiede al governo che per i licenziamenti per motivi economici sia previsto anche il reintegro e non solo l'indennizzo e che sia previsto inoltre un tentativo di conciliazione obbligatorio prima di arrivare al licenziamento. Altrimenti saremmo costretti a cambiare posizione", ha aggiunto il segretario dell'Ugl.

Il governo, però, resta fermo sulla sua posizione e ha chiarito che, per i licenziamenti economici, non ci sarà possibilità di reintegro ma solo di indennizzo da parte del giudice, pur avendo manifestato la volontà di precisare meglio la norma nella stesura del testo per evitare abusi.

(Daniele Mari)

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia