Btp sulle posizioni dopo aste Spagna e Grecia, spread Bund 285 pb

martedì 20 marzo 2012 12:33
 

MILANO, 20 marzo (Reuters) - Governativi italiani sulle
posizioni in tarda mattinata, digeriti i nuovi collocamenti a
brevissimo targati Spagna e Grecia che testimoniano buon
interesse sui periferici europei.	
    Gli addetti ai lavori parlano però di flussi molto sottili e
prevedono per i benchmark Btp prosegua la fase di temporaneo
stallo dopo la corsa delle ultime settimane.	
    "Il mercato ha fatto davvero tanta strada e una pausa è per
lo meno fisiologica... vediamo la possibilità di un ulteriore
recupero dell'Italia sia nei confronti della Germania sia
rispetto ad altri periferici ma i tempi devono ancora maturare"
commenta un operatore.	
    Sulla piattaforma TradeWeb il differenziale di rendimento
tra Btp e Bund decennale si nuove intorno a 285
punti base, una manciata di centesimi oltre la chiusura
precedente.	
    Dal lato del primario, a fronte di un target tra 4,5 e 5,5
miliardi di euro Madrid ha assegnato 5,04 miliardi di nuova
carta a 12 e 18 mesi pagando rendimenti di circa mezzo punto
percentuale inferiori all'asta precedente e attraendo un buon
livello di domanda - circa due volte l'offerta nel caso del 12
mesi e tre sul 18 mesi.	
    Meno eclatante ma assolutamente "decoroso", spiega un
secondo operatore, il livello di copertura dell'asta greca: 1,3
miliardi a tre mesi assegnati al tasso medio di 4,25% contro
4,61% dell'ultimo collocamento, precedente al via libera allo
swap con i privati.	
    "I dati sulle banche spagnole non sono certo incoraggianti
ma né Atene né Madrid hanno per il momento alcun problema di
raccolta sulla parte breve della curva" commenta il trader.	
    Il riferimento è alle statistiche a cura di Banca di Spagna
sulle sofferenze degli istituti di credito, salite in gennaio a
7,9% del portafoglio outstanding al livello più elevato da
agosto 1994.	
    Sul fronte interno prosegue intanto con successo la raccolta
ordini sul 'Btp Italia', nuovo strumento retail a scadenza 2016
e indicizzato all'inflazione nazionale, per cui la domanda ha
ragguiunto i due miliardi e mezzo..	
    Con incassi che andranno a ridurre le emissioni di Bot, ha
ribadito ieri sera il responsabile per la gestione del debito
Maria Cannata, il titolo potrà essere nuovamente offerto già
prima dell'estate con l'obiettivo di emissioni su base
trimestrale. 	
    	
============================ 12,20 ============================ 	
 FUTURES BUND GIUGNO       135,75   (+0,15)            	
 FUTURES BTP GIUGNO        106,33   (-0,34)            	
 BTP 2 ANNI  (NOV 13)  100,320  (-0,028) 2,057%    	
 BTP 10 ANNI (MAR 22) 101,369  (-0,338) 4,883%    	
 BTP 30 ANNI (SET 40)  92,141  (-0,147) 5,629%    	
        	
========================= SPREAD (PB)========================== 
                                                 	
                                                ULTIMA CHIUSURA 	
TREASURY/BUND 10 ANNI    31              28    	
BTP/BUND 2 ANNI           174             171   	
BTP/BUND 10 ANNI        285             279     	
 livelli minimo/massimo             278,9-325,0     277,6-286,0 
 	
BTP/BUND 30 ANNI        298             295  	
SPREAD BTP 10/2 ANNI                    282,6           279,4   
 	
SPREAD BTP 30/10 ANNI                    74,6            77,6 	
================================================================	
    	
    (Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02
66129854, Reuters messaging:
alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia